VOLTERRA, VELATHRI

COSA FARE

Eventi in città
  • 18 Dic 2015 - 12 Ago 2016

    Cene Galeotte

    La bruna e minacciosa Fortezza Medicea, che sorge isolata dentro la propria cinta, è per i Volterrani, nelle debite proporzioni, quello che sono il Campidoglio e il Colosseo per Roma, il Palazzo dei Priori e del Potestà per Firenze, il Louvre per Parigi e la…

     

  • 13 Mar - 29 Mag 2016

    Treno Letterario

    Sei domeniche tra viaggio e lettura, sei giornate dedicate alla ri-scoperta attraverso il treno ed i libri di luoghi noti ma spesso attraversati senza la dovuta attenzione. E’ il Treno letterario 2016, iniziativa organizzata con il patrocinio della Regione Toscana dai Comuni di Volterra e…

     

  • 26 Mar - 27 Ago 2016

    New Moon Tour

    Torna sulle tracce di Edward e Bella, ripercorri i luoghi di New Moon, dove l’arte e la storia millenaria fanno da cornice alla fantasia del romanzo di Stephenie Meyer. Visita guidata sui luoghi del capitolo 20 di New Moon con finale a sorpresa nei sotterranei…

     

  • 30 Apr - 1 Mag 2016

    DiVini Etruschi

    DiVini Etruschi, nasce fondamentalmente dal desiderio di portare il gusto del “saper bere” e dalla volontà di promuovere la produzione vitivinicola di un territorio sì conosciuto, ma che ancora non svela le altissime potenzialità, non tralasciando, parimenti, l’aspetto culturale dell’iniziativa. Da qui l’idea, e nondimeno…

     

  • 1 Mag 2016

    Effetto Trippa

    Trippa a colazione, scampagnata con grigliata e pomeriggio musicale alla Leccia o in Borgo San Giusto; ecco le tradizioni tutte etrusche per il Primo maggio. Ogni volterrano che si rispetti non può mancare alla tradizionale colazione a base di trippa della festa dei lavoratori, uno…

     

  • 1 Mag 2016

    Sbandieratori in Erba

    Il programma vede in gara singoli, coppie, piccole squadre di sbandieratori e musici delle tre fasce d’età under 15 previste dal regolamento Fisb; le gare, molto combattute e di ottimo livello si tengono nella sede degli Sbandieratori della Città di Volterra, in via Firenzuola. Un…

     

PIANIFICA IL TUO VIAGGIO

Prima di Partire

La città di Volterra e il suo splendido circondario sono, probabilmente, in Toscana, una delle realtà più diversificate e ricche di attrazioni. L’indiscutibile tradizione storica si unisce alla splendida natura che offre, dalla morfologia, alla vegetazione, alla fauna, un patrimonio davvero imponente. Non farti trovare impreparato, hai tutto l’occorrente?

COSA SCARICARE

Cartine della città
SPECIALE

RIEVOCAZIONI MEDIEVALI

La magia del viaggio nel tempo.

Sono sette le manifestazioni principali che animano la primavera, l’estate e l’autunno volterrano. Il medioevo è di casa, riscopri come realmente si sviluppato nella nostra città e come adesso ve lo riproponiamo.

NOI CONSIGLIAMO!

Qualità garantita!
  • Pratiche 360°

    La consulenza per la gestione delle pratiche per un giusto risarcimento di infortuni stradali o sul lavoro, danni medici e risarcimenti patrimoniali è oggi di fondamentale importanza. Non sempre chi rimane vittima di un incidente o subisce un danno ha la conoscenza legale e medica…

     

  • Podere Serraspina

    Riposati e trascorri la vacanza immerso in una quiete unica, godendo del sole ai bordi della piscina o del fresco nel boschetto di olmi. Assolutamente idoneo per qualunque tipologia di soggiorno, sicuramente per stare rilassati è il massimo!

     

  • Ninkasi

    Giochi da tavolo e console PS4! Ogni settimana aggiorniamo la nostra libreria dei giochi da tavolo ed ogni giorno è l’occasione giusta per scoprirli in compagnia dei tuoi amici e di una bella birra fresca. Vieni a trovarci presso i locali dell’Accademia della Birra

     

  • Dolce Campagna

    Siamo al centro della Toscana. Le città d’arte, i boschi e il mare sono dietro l’angolo: viaggiare partendo da qui è tutto più facile. Zona silenziosa con tanto di giardino e piscina!

     

  • Cavallino Blu

    Una vacanza da sogno sulle pendici della città etrusca. Scopri il nostro hotel, base logistico ottimale per scoprire il territorio toscano con facilità. I prezzi sono vantaggiosi per famiglie e per esploratori individuali. Abbiamo anche la piscina!

     

COSA VEDERE

Centro Storico
  • Piazza dei Fornelli

    Questa piccola piazza costituisce uno spiazzo aperto collocato dietro aIle mura difensive medievali, uno dei suoi lati è infatti delimitato dal parapetto delle mura; si tratta anche di uno dei migliori punti panoramici della città, dove lo sguardo spazia su tutto il territorio circostante, da…

     

  • Acropoli Etrusca

    Sul Piano di Castello sorgeva l’acropoli etrusca, cioè il centro dell’antica Velathri, e alcuni ruderi lo confermano. Detta acropoli, oltre ad essere la parte più alta della città, a quei tempi era anche il luogo più fortificato, dove si trovavano i templi più preziosi e…

     

  • Piazza San Giovanni

    Questa piazza è situata al margine del pianoro su cui è costruito il centro storico di Volterra. Fino al secolo scorso il forte balzo di quota che ne delimita il lato orientale doveva segnare l’apertura al paesaggio sottostante; infatti il corpo ottocentesco usato come autorimessa…

     

  • Via dei Laberinti

    Si tratta di un toponimo molto vecchio, chiamato anche “Il Labirinto”, che oggi indica la strada più evidente nel dedalo di viuzze ed abitazioni medievali che ne fanno un angolo davvero caratteristico. In passato erano compresi nel Labirinto anche Vicolo degli Abbandonati e Vicolo degli…

     

  • Piazza XX Settembre

    Lo spazio, che divide Via Don Minzoni da Via Nuova, è Piazza XX Settembre. Classica piazzetta ottocentesca, solo dopo il 1870, dopo cioè la breccia di Porta Pia, fu intitolata alla storica data. Stranamente, ma così è la storia, il “Giardinetto”, come comunemente i volterrani…

     

  • Piazza Inghirami

    È, dopo Piazza XX Settembre, l’altro spazio urbano alberato che si costruisce intorno ad una chiesa. Vi si accede da Via S. Lino. La piazzetta è intitolata a Marcello Inghirami a cui si deve la prima razionale organizzazione dell’artigianato alabastrino. L’attuale denominazione è abbastanza recente…

     

Oltre le Mura
  • Roncolla

    Sulla strada statale 68, a qualche chilometro dall’ermo colle, verso San Gimignano, sorge il caratteristico e delizioso borgo di Roncolla. Derivando forse il nome da un antico Runeum, il borgo mostra ancora l’antica struttura del piccolo nucleo murato, disposto da ovest a est, sulla cui…

     

  • Le Balze

    Con il termine di Balze, che sembra originario di questa località a NW di Volterra, vengono indicate alcune pareti a picco di sabbie sormontate da calcari arenacei e sovrapposte alla potente formazione marina delle argille azzurre del Pliocene. Le Balze costituiscono uno dei luoghi più…

     

  • Il Tesoro nascosto di Monte Voltraio

    Image 1 Image 2 Image 3 Image 4 Image 5 Image 6 Affascinante, misterioso, intrigante Monte Voltraio. “Quel colle a forma di tronco di piramide su cui si posava maestoso e lugubre l’avvoltoio, era un luogo sacro, uno scrigno naturale, discreto e impenetrabile, nel quale…

     

  • Scornello

    A circa 10 Km da Volterra si trova la villa di Scornello di proprietà della famiglia Inghirami. Sul poggio, alto 307 metri, si trova la villa con oratorio, ad un’altezza di 285 metri. Sul piccolo promontorio, da cui scaturisce l’acqua salata delle moie volterrane, la…

     

  • Ulignano

    A 425 metri di altitudine si trova l’antico villaggio con chiesa parrocchiale, intitolata a San Pietro, nel piviere della Nera. Ulignano è situato su colline cretose tra le sorgenti di Era Viva e il botro Strolla. E’ ricordato dall’Alberti come Uligneto in un documento del…

     

  • Montebradoni

    Piccolo nucleo abitato suburbano posto a Nord Ovest di Volterra, a poche centinaia di metri dalle mura etrusche e a meno di un chilometro dall’abitato cittadino. È costruito nelle vicinanze della Badia camaldolese. Oggi è per la maggior parte disabitato. Non conosciamo l’origine del toponimo,…

     

Fuori Strada
  • La miniera di Caporciano

    Montecatini conobbe il suo periodo di massimo splendore economico e sociale nell’Ottocento, con la riattivazione dell’estrazione del rame nella Miniera di Caporciano, considerata la più ricca oltreché la più antica miniera cuprifera d’Europa. Dopo vari tentativi di sfruttamento più o meno proficui, incoraggiati anche dalla…

     

  • Il Poggio La Croce

    Difficile, per chi si avvicina al paese di Montecatini, non notare la mastodontica mole della Croce sulla vetta del monte che sovrasta la miniera di Caporciano e che, con la sua altezza di 591 metri, domina le vallate dell’Era e del Cecina. IL “POGGIO LA…

     

  • La Torre Belforti

    Anche D’Annunzio ebbe modo di notarla: «[…] Su una pendice del monte di Caporciano, arrossato dai filoni di gabbro che serrano la vena del rame, Montecatini di Val di Cècina mostrò il torrione quadrangolare dei Belforti […]» (Forse che sì forse che no, Milano, 1910).…

     

  • La chiesa della Madonna del Libro

    Molte sono le antiche costruzioni, conservate o in rovina, che, nella Zona Boracifera, portano in sé i ricordi di un lontano passato. La chiesina della Madonna del Libro, nei pressi della Leccia, è fra queste: e su di essa vogliamo oggi attirare l’attenzione dei nostri…

     

  • Mommialla e le miracolose acque

    Quand’ero ragazzo ho sentito pesso pronunciare la frase «Va’ a lavatti e’ piedi a Mummialla!» Questa è una espressione che, in principio, veniva rivolta verso coloro che soffrivano di abbondante sudore ai piedi e che, di conseguenza, facevano soffrire, a loro volta, quelli che stavano…

     

  • Treschi

    Parlare di cose del passato, quando esistono pochi ed incerti ruderi ed ancor meno notizie storiche su di essi, è assai impegnativo. Così, a mio avviso, è del Castello di Treschi che è stato un fortilizio nella zona del Volterrano, nei pressi dei Cornocchi, in…

     

Tesori Perduti
  • La Ferrovia

    La linea ferroviaria che collega l’alta Val di Cecina con la linea costiera tirrenìca fu compiuta appena dopo l’unità d’Italia, il 20 ottobre 1863 fu infatti aperto al traffico il tratto Cecina – Saline di Volterra. Il collegamento con Pisa fu completato solo nel 1874…

     

  • Ospedale Psichiatrico

    La città di Volterra, per molto tempo, oltre ad essere ricordata come la città etrusca e medievale del vento e del macigno, veniva spesso identificata come la città dei “matti”. L’appellativo non era riferito ai cittadini volterrani, quanto agli ospiti dell’Ospedale Psichiatrico, malati di mente…

     

  • Tre antichi orologi da torre

    Ho parlato dell’orologio astronomico del Palazzo dei Priori e delle sue vicende fino ai nostri giorni, ma esistevano anticamente altri tre orologi da torre, di cui ho trovato traccia durante le mie ricerche d’archivio. Pur non essendo esaustiva la ricerca per la mancanza di alcuni…

     

  • L’orologio astronomico

    Sulle origini e le vicende dell’orologio pubblico, collocato sotto la torre del Palazzo dei Priori, sono state già scritte molte cose. Alcune sono state già pubblicate su riviste locali, altre sono ancora in forma dattiloscritta e sono conservate presso la biblioteca Guarnacci. Il mio studio,…

     

  • Porta Balduccia

    Varie ipotesi sussistono riguardo a dove si trovasse Porta Balduccia. La prima ipotesi è quella che si trovasse nei pressi dell’attuale Spalletta dei Ponti, cioè in quel tratto di mura abbattuto nel 1820 per far posto al piano stradale del Viale dei Ponti1. Che nei…

     

  • La Scuola Agraria

    La Toscana, già sotto i Lorena, aveva raggiunto un alto grado di specializzazione in fatto di culture agricole. Indubbiamente il sistema scolastico toscano superava quello di tutti gli altri stati italiani. Firenze era il centro italiano più importante di studi pedagogici e di innovazioni in…

     

Parlano di Volterra!
  • La Città dei Vampiri e non solo

    Di tenebrosi personaggi dai canini appuntiti non ne troverete neanche uno, a meno che stiate leggendo New Moon – il secondo libro della Saga di Twilight scritto da Stephenie Meyer e ambientato proprio qui – ma di certo scoprirete una tra le più belle città della…

     

  • Tuscany’s top hill town

    Just a two-hour drive from jammed-with-tourists Florence, you’ll find what is perhaps Italy’s most underrated hill town. With rustic vitality and surprising depth, its out-of-the-way location keeps it from being trampled by visitors. Unlike other famous Tuscan towns, Volterra feels real, vibrant and almost oblivious…

     

  • 3 mil anos de história

    Visitar a pequena ciudad toscana é poder testemunhar um local que contabiliza mais de 3 mil anos de história. Esta é outra cidadezinha aqui da região Toscana que a gente sugere para os que gostam de lugares mais pitorescos, únicos, tranquilos e cheios de histórias.…

     

  • Exploring city off-the-beaten path

    When I was invited to a cena galeotta (convicts’ dinner) at city State Prison I couldn’t help turning the invitation into a one week holiday to explore Tuscany, to enjoy its gentle hills and their countless autumn shades and -why not- also to do nothing…

     

  • Due toscani in viaggio

    A Velathri siamo andati innumerevoli volte ed è forse la città d’arte che meglio conosciamo in Toscana. Ci piace molto girovagare entro le sue rassicuranti mura: l’armonia delle sue costruzioni è contagiosa, si finisce per sentirsi parte della città anche solo dopo qualche ora. Forse…

     

  • Our 10 favourite places in Tuscany

    Italy may very well be THE country in Europe that attracts the greatest number of tourists from all over the world. There is something alluring about the images of cypresses on the hilltops, the ocher-coloured houses and the indigo-blue night sky full of bright stars…

     

TE LA RACCONTO IO!

Storia Contemporanea
  • Volterra, gli etruschi e i fascisti

    Lawrence, l’autore di “L’amante di Lady Chatterly”, visitò Volterra nei giorni 10 e 11 aprile dell’anno 1927 in compagnia del pittore americano E.H. Brewzter. Vi si trattenne due giorni ospite dell’Albergo Nazionale e descrisse le sue impressioni nei suoi “Travel” inserendo le pagine su Volterra…

     

  • Vicini, ma lontani

    Una città che fu nel libro di Luca Caioli “Io, il Pupo”; una biografia in diretta che fa rivivere tempi andati anche a chi, come il sottoscritto, ha qualche anno meno del nostro Aulo. Scegliendo fior da fiore, come si usa dire, un passo apparentemente…

     

  • Vecchi natali volterrani dei bimbi poveri

    Profumo d’arance, odore di neve nell’aria e di pampepati nelle vetrine; presepio con pecorelle, pastori, borraccina, ponticelli su torrenti fatti con pezzi di vetro. Che gioia il Natale! Gioia anche per i bimbi poveri, come qualcuno che aveva un nome uguale a quello di chi…

     

  • Una visita granducale

    Quando il granduca non disdegnava di salire fino a Montecatini… Si sa, le attenzioni solitamente sono rivolte a ciò (o a colui) che ne ha meno bisogno o, per meglio dire, a ciò (o a colui) che potrebbe assicurarci dei vantaggi. E la ricchezza del…

     

  • Una passione amorosa di Stendhal

    La riduzione televisiva de Le mie prigioni di Silvio Pellico, inquadrate nel clima degli anni Venti del primo Ottocento, mi ha spinto a rievocare una sfortunata avventura amorosa a Volterra di Stendhal, il celebre autore de Il rosso ed il nero e de La Certosa…

     

  • Una estate umida

    Quell‘estate degli anni Trenta fu un’estate particolarmente umida, caratterizzata da forti rovesci che nelle ore della notte si riversavano improvvisamente sulle strade della città, bagnando i lastricati ed inzuppando i passanti. «Piove?» fu chiesto un giorno a Gelsomino buffone del Re e lui rispose «Viene…

     

Storia Moderna
  • Una potente famiglia volterrana: i Belforti

    Giovanni Villani, nella sua opera1 narra in un capitolo “Come Messer Attaviano Belforti si fece Signore di Volterra”. Non tutto il racconto è veritiero. Si tratta di una fonte di parte fiorentina ed i Fiorentini, che la sapranno lunga sulla fine dei Belforti, non potevano…

     

  • The strange history of the last Jews in Volterra

    Volterra – located in the heart of Tuscany, about 70 km from Florence, 60 from Pisa, 47 from Siena – rises on the peak of a hill, 555 mt. above sea level. The hill is the watershed between the valleys of the rivers Cecina and…

     

  • Streghe di Mandringa

    Se fu facile per San Barbato abbattere il secolare noce di Benevento e disperdere così le migliaia di streghe che vi si davano convegno, le difficoltà che avrebbe incontrato a Volterra sarebbero state tanto sovrumane da fargli perdere la speranza di poter sfrattare da Mandringa…

     

  • Processo alla strega di rondinini

    Chi non crede all’esistenza delle streghe? Chi non ha detto, ad aIta voce o in cuor suo, «brutta strega» a quaIche persona antipatica? Chi non ha perso qualche volta tempo ad armeggiare contro la mala sorte, contro il malocchio, contro tutte le malefatte umane? Chi…

     

  • Mes̆ullam ben Menaḥem

    Meshullam da Volterra, figlio di Menaḥem (detto Emanuele nella documentazione latina) e di una non meglio identificata Dolce di Dattalo (Dattilo), nacque prima del 1443, come si può desumere dal testamento del padre, rogato a Volterra il 21 febbraio 14631. Meshullam apparteneva a un’abbiente famiglia…

     

  • La signoria familiare dei Belforti

    Il presente saggio trae origine da una relazione presentata al convegno su «Esperienze di potere personale e signorile nelle città toscane (secoli XIII-XV)», tenuto in città dal 21 al 23 ottobre 2011, e sarà pubblicato anche nei relativi atti a cura di A. ZORZI. Si…

     

Storia Medievale
  • Visita dello scienziato Niccolò Stenone

    Niels Stensen (Stenone) nacque a Copenaghen il 16 Gennaio 1638 e morì a Shwerin il 6 dicembre 1686. Studiò medicina prima nella città natale, poi ad Amsterdam dove fu alunno del grande anatomista Gerard Blaes che tentò, però inutilmente, di privarlo del merito di alcune…

     

  • Un turista del Settecento

    Il Settecento fu per eccellenza secolo di viaggi e di scoperte. Soprattutro gli Inglesi, oltre ai Tcdeschi, vedevano nei tour in continente (Francia, Svizzera, Spagna e soprattutto Italia) la conclusione e il coronamento della propnìa istruzione. Rodolico1, citando l’opuscolo «Riflessioni sopra l’utilità dei viaggi» (Pisa,…

     

  • Stemma di Belisario Vinta

    Nel passato Volterra ha dato alla Toscana importanti uomini di stato. Tra questi, un posto di rilievo nel secoli XVI e XVII spetta a Belisario Vinta, figlio di Francesco e fratello del senatore Paolo, giureconsulto e stimato “auditore fiscale” del granducato. Nato il 13 Ottobre…

     

  • Stanzone della pallacorda

    I volterrani conservarono a lungo e con affetto il ricordo del nobile concittadino Tile Baldinotti, il cui nome rimase per secoli a qualificare il palazzo che oggi, sempre maestoso, si trova tra via della Porta all’Arco, via dei Marchesi e via Turazza. Tile ebbe due…

     

  • Sacro e religiosità all’epoca della visita di Cosimo II

    Tutto è grazia «per coloro che amano Dio» e, in ossequio a questa frase attribuita a Sant’ Agostino, la devozione popolare all’epoca di Cosimo II fu eclettica e ricca di espressioni. Grande considerazione ebbero pertanto il culto di santi e beati, la venerazione delle reliquie,…

     

  • Quando Ferrucci battè moneta

    A condurmi allo studio delle imprese di Ferrucci è sicuramente la fama che lo distinse in tutta Italia e che lo rese eroe della Città Gigliata nel 1530. Francesco Ferrucci, noto anche con il nomignolo di Ferruccio, nacque a Firenze il 14 Agosto del 1489…

     

Stelle del Poggio
  • Bruno Landi

    La scomparsa del tenore Bruno Landi ha riportato alla mia mente gli anni lontani della nostra giovinezza, le liete brigate, le smerendate» del lunedì, le scorribande canore nelle sere di bel tempo ed i primi passi verso una sistemazione economica. Ricordi che ripassavamo insieme agili…

     

  • Jarro

    Se un giorno, con lo sviluppo edilizio, anche la nostra città avrà qualche nuova strada o qualche nuova piazza cui dare un nome, non si dimentichi quello di Giulio Piccini nato a Volterra nel 1849 e morto a Firenze nel 1915. L’incertezza dell’anno di nascita,…

     

  • Socrate

    Il Socrate di cui intendo rievocare succintamente le gesta non ha naturalmente niente a che fare col famoso filosofo greco. Tuttavia presso la laboriosa popolazione di Saline il mio Socrate e cioè il Becorpi era assai più conosciuto dell’altro e non certo per i suoi…

     

  • Zio Ferruccio

    Zio Ferruccio era un ometto basso e grasso: sembrava, anche per i lineamenti del viso piuttosto marcati, che si fosse alzato da un coperchio di un’urna etrusca del Museo Guarnacci. Lo chiamavamo tutti zio: in realtà era zio di mio padre. Era alabastraio: lavorava in…

     

  • Nocca

    Non ho mai saputo quale fosse il suo vero nome, eravamo ragazzi e tutti, ricordano lo chiamavano Nocca e lui rispondeva come se quello fosse il suo vero nome. Abitava in una camera-cucina con un finestrone che dava sulla strada e sopratutto nella buona stagione,…

     

  • Pènco

    Eravamo all’inizio degli anni 20, forse nel 1924. Nel Vicolo delle Prigioni abitava un uomo chiamato Pènco. Sulla sua origine i vecchi mi hanno saputo dir poco. Era un uomo solo, venuto dalla campagna. Sembra fosse sopravvissuto alla terribile epidemia che aveva distrutto la sua…

     

CONTATTI

Centro Assistenza

Amministratore
Marco Loretelli
info@volterracity.com
+39 347 44 44 834

Termini e Condizioni
Trattamento dei Cookies
Privacy Policy
Copyright

Nome e Cognome*

Email*

Telefono

Il tuo messaggio