VOLTERRA

Eventi in città
  • 16 Dic 2015 - 11 Ago 2016

    Cene Galeotte

    Per una volta al mese i detenuti del carcere di Volterra realizzano, aiutati da un rinomato chef, cene aperte al pubblico all'interno della Fortezza Medicea di Volterra.

     

  • 1 Set - 1 Mar 2016

    Accademia dei Mestieri, Corso di Pittura

    Buonasera a tutti i Soci e simpatizzanti dell’Accademia, anche quest’anno iniziamo la stagione di attività con il corso di pittura per bambini e adulti che ha avuto successo l’anno passato e che anche quest’anno è patrocinato dal Comune di Volterra. Il corso sarà un approccio…

     

  • 14 Set 2016 - 8 Feb 2017

    Cinema 2Day

    A partire da mercoledì 14 settembre, il nostro Cinema Centrale aderente all’iniziativa Cinema2Day, il costo del biglietto offerto al pubblico sarà pari a 2 euro. L’iniziativa, promossa dal Mibact – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, in collaborazione con ANEM –…

     

  • 27 Gen 2017

    Il Padre

    con Alessandro Haber, Lucrezia Lante Della Rovere di Florian Zeller regia di Piero Maccarinelli scene Gianluca Amodio costumi Alessandro Lai disegno luci Umile Vainieri e con David Sebasti produzione Goldenart La perdita dell’autonomia del padre, Andrea, progredisce a tal punto che Anna è costretta a…

     

  • 29 Gen 2017

    Saline Volterra per la vecchia ferrovia e ritorno da Scornello

    Itinerario dagli ampi panorami tra le bellissime colline argillose del volterrano, che consente di ripercorrere il tracciato della vecchia ferrovia a cremagliera che dal 1912 al 1958 collegò Saline con Volterra. Non ci sarà il tempo di visitare Volterra presente sullo sfondo per tutto l’itinerario…

     

  • 10 Feb 2017

    Mozart, Haydn, Mendelssohn

    Orchestra della Toscana Mozart Serenata notturna n.6 K.239 Haydn Sinfonia concertante per violino, violoncello, oboe e fagotto Hob I:105 Mendelssohn Sinfonia n. 4 op.90 “Italiana” produzione Fondazione ORT Una serata con tre grandi autori della musica classica. La Serenata notturna K.239 di un Mozart ventenne,…

     

VOLTERRA APP

Sei un esercente?

Promuovi la tua attività con noi!
Scopri di più!

Sei un turista o residente?

Scopri perchè scaricare l’App gratuita di Volterra.
Scopri di più!

download-app-volterra

Ads
  • in 1 minuto

    Podere Serraspina

    Riposati e trascorri la vacanza immerso in una quiete unica, godendo del sole ai bordi della piscina o del fresco nel boschetto di olmi. Assolutamente idoneo per qualunque tipologia di soggiorno, sicuramente per stare rilassati è il massimo!

     

  • in 1 minuto

    Pratiche 360°

    La consulenza per la gestione delle pratiche per un giusto risarcimento di infortuni stradali o sul lavoro, danni medici e risarcimenti patrimoniali è oggi di fondamentale importanza. Non sempre chi rimane vittima di un incidente o subisce un danno ha la conoscenza legale e medica…

     

  • in 1 minuto

    Dolce Campagna

    Siamo al centro della Toscana. Le città d’arte, i boschi e il mare sono dietro l’angolo: viaggiare partendo da qui è tutto più facile. Zona silenziosa con tanto di giardino e piscina!

     

COSA VEDERE

Centro Storico
  • in 4 minuti

    Viale dei Ponti

    Questo viale, che costituisce un accesso spettacolare alla città, fu costruito nel 1825. All'inizio del secolo fu dedicato a Giosuè Carducci, ma dal 1930 assunse la denominazione attuale, che nel medioevo spettava ala Piazza adiacente.

     

  • in 5 minuti

    Piazza Martiri della Libertà

    Piazza dedicata a tutti coloro che sono morti per la libertà del nostro paese. L'attuale denominazione è del 1946, fino ad allora si chiamava Piazza dei Ponti, Piazzetta del Monte, Piazza Trento e Trieste, Piazza della Dogana.

     

  • in 5 minuti

    Via San Filippo

    Questa strada, parallela a Via Ortotondo, collega Piazza dei Fornelli con Via Franceschini e, all'interno di essa, si apre Via Codarimessa. Prende il nome dalla chiesa omonima del 1641.

     

  • in 4 minuti

    Piazza dei Fornelli

    Questa piccola piazza costituisce uno spiazzo aperto collocato dietro alle mura difensive medievali, uno dei suoi lati è infatti delimitato dal parapetto delle mura; si tratta anche di uno dei migliori punti panoramici della città,

     

  • in 3 minuti

    Acropoli Etrusca

    Sul Piano di Castello sorgeva l'acropoli etrusca, cioè il centro dell'antica Velathri: la parte più alta di Volterra, dove si trovavano i templi più preziosi.

     

  • in 14 minuti

    Piazza San Giovanni

    Questa piazza è situata al margine del pianoro su cui è costruito il centro storico di Volterra. Fino al secolo scorso il forte balzo di quota che ne delimita il lato orientale doveva segnare l’apertura al paesaggio sottostante; infatti il corpo ottocentesco usato come autorimessa…

     

Oltre le Mura
  • in 3 minuti

    Le buche etrusche

    Buche etrusche, così chiamavamo le tombe ed i cunicoli degli etruschi che, da ragazzi, ogni tanto visitavamo alla ricerca di qualche resto di quegli antichi nostri concittadini.

     

  • in 5 minuti

    Monte Nero e Monte Voltraio

    Queste due collinette, rispettivamente alte 508 e 458 metri, si trovano fra la Nera e Roncolla e sono molto scoscese e dirupate, assai vestite di bosco.

     

  • in 10 minuti

    Lo Sprone degli Ulimeti

    Proseguendo oltre la chiesa di San Girolamo, ci si addentra nel territorio attribuito alla necropoli degli Ulimeti. Questa vasta zona è così chiamata perché comprendente vari poderi denominati «Ulimeto», per lo più distinti fra loro da un numero romano. E’ una parte delle pendici volterrane…

     

  • in 42 minuti

    Monte Voltraio

    Due miglia vicino alla città di Volterra verso levante, sopra le colline più basse del paese, sorge da una valle assai profonda un monte a guisa di piramide, Montevoltraio.

     

  • in 5 minuti

    Poggio alle Croci

    Un tempo era un'altura di forma conica, ricoperta di vegetazione, così come ce la presenta, in primo piano, il Corot nella sua panoramica verso la fortezza di Volterra.

     

  • in 33 minuti

    Berignone

    Piante imponenti. un sottobosco cespuglioso, rampicante ed erbaceo, la cui arca è piena di rumori, di ombre e d’insidie anche pericolose; questi sono gli elementi che costituiscono lo scenario originale dell’immenso bosco di Berignone. l cartelli apposti lungo la strada, che porta all’interno, avvertono dell’insidia…

     

Fuori Strada
  • in 11 minuti

    La miniera di Caporciano

    La Miniera di Caporciano, collocata nel comune di Montecatini, è considerata la più ricca oltreché la più antica miniera cuprifera d’Europa. La sua storia in questo articolo.

     

  • in 6 minuti

    Il Poggio La Croce

    Difficile non notare la mastodontica mole della Croce sulla vetta del monte che sovrasta la miniera di Caporciano e che, con la sua altezza di 591 metri, domina le vallate dell’Era e del Cecina.

     

  • in 7 minuti

    La Torre Belforti

    Su una pendice del monte di Caporciano, arrossato dai filoni di gabbro che serrano la vena del rame, Montecatini di Val di Cècina mostrò il torrione quadrangolare dei Belforti.

     

  • in 8 minuti

    Mommialla e le miracolose acque

    «Va' a lavatti e' piedi a Mummialla!». Un luogo da riscoprire è senz'altro l'antichissimo borgo di Mommialla, precedentemente facente parte del territorio volterrano,

     

  • in 14 minuti

    San Gimignano delle Cento Torri

    Il fiore delle castella è uno scenario unico, irripetibile, arricchito dal prezioso scrigno dei tesori che attirano ogni anno, irresistibilmente, milioni di visitatori da tutto il mondo.

     

  • in 6 minuti

    Castelvecchio

    Una Pompei medievale. Più che un insediamento un tempo abitato, da l'impressione un po' fiabesca e inquietante di un castello abbandonato ed invaso dalla vegetazione: Castelvecchio.

     

Tesori Perduti
  • in 8 minuti

    Tre antichi orologi da torre

    Ho parlato dell’orologio astronomico del Palazzo dei Priori e delle sue vicende fino ai nostri giorni, ma esistevano anticamente altri tre orologi da torre, di cui ho trovato traccia durante le mie ricerche d’archivio. Pur non essendo esaustiva la ricerca per la mancanza di alcuni…

     

  • in 12 minuti

    L’orologio astronomico

    Sulle origini e le vicende dell’orologio pubblico, collocato sotto la torre del Palazzo dei Priori, sono state già scritte molte cose. Alcune sono state già pubblicate su riviste locali, altre sono ancora in forma dattiloscritta e sono conservate presso la biblioteca Guarnacci. Il mio studio,…

     

  • in 8 minuti

    La Ferrovia

    La linea ferroviaria che collega l’alta Val di Cecina con la linea costiera tirrenìca fu compiuta appena dopo l’unità d’Italia, il 20 ottobre 1863 fu infatti aperto al traffico il tratto Cecina – Saline di Volterra. Il collegamento con Pisa fu completato solo nel 1874…

     

  • in 14 minuti

    Ospedale Psichiatrico

    La città di Volterra, per molto tempo, oltre ad essere ricordata come la città etrusca e medievale del vento e del macigno, veniva spesso identificata come la città dei "matti".

     

  • in 9 minuti

    Il leprosario di San Lazzero

    Il nome di San Lazzero deriva dall'antico leprosario che a Volterra si era edificato per la cura dei lebbrosi. Oggi non rimane niente, ma un tempo svolgeva grandi funzioni.

     

  • in 10 minuti

    L’Accademia del Casino dei Nobili

    In ogni tempo, in seno a qualsiasi organizzazione sociale, si è sempre formato un circolo ristretto di persone, con una spiccata tendenza all'isolazionismo di stile oligarchico e borghese.

     

Parlano di Volterra!
  • in 1 minuto

    Due toscani in viaggio

    A Velathri siamo andati innumerevoli volte ed è forse la città d’arte che meglio conosciamo in Toscana. Ci piace molto girovagare entro le sue rassicuranti mura: l’armonia delle sue costruzioni è contagiosa, si finisce per sentirsi parte della città anche solo dopo qualche ora. Forse…

     

  • in 1 minuto

    Exploring city off-the-beaten path

    When I was invited to a cena galeotta (convicts’ dinner) at city State Prison I couldn’t help turning the invitation into a one week holiday to explore Tuscany, to enjoy its gentle hills and their countless autumn shades and -why not- also to do nothing…

     

  • in 1 minuto

    Our 10 favourite places in Tuscany

    Italy may very well be THE country in Europe that attracts the greatest number of tourists from all over the world. There is something alluring about the images of cypresses on the hilltops, the ocher-coloured houses and the indigo-blue night sky full of bright stars…

     

  • in 1 minuto

    3 mil anos de história

    Visitar a pequena ciudad toscana é poder testemunhar um local que contabiliza mais de 3 mil anos de história. Esta é outra cidadezinha aqui da região Toscana que a gente sugere para os que gostam de lugares mais pitorescos, únicos, tranquilos e cheios de histórias.…

     

  • in 5 minuti

    Tuscany’s top hill town

    Just a two-hour drive from jammed-with-tourists Florence, you’ll find what is perhaps Italy’s most underrated hill town. With rustic vitality and surprising depth, its out-of-the-way location keeps it from being trampled by visitors. Unlike other famous Tuscan towns, Volterra feels real, vibrant and almost oblivious…

     

  • in 1 minuto

    La Città dei Vampiri e non solo

    Di tenebrosi personaggi dai canini appuntiti non ne troverete neanche uno, a meno che stiate leggendo New Moon – il secondo libro della Saga di Twilight scritto da Stephenie Meyer e ambientato proprio qui – ma di certo scoprirete una tra le più belle città della…

     

TE LA RACCONTO IO!

Storia Contemporanea
  • in 4 minuti

    Raffaella Adriani

    Due sposi, Raffaella Adriani di 29 anni e Vittore Amaranti di 30 anni, alabastraio, abitanti in Via Franceschini, sono vittime della maldicenza popolare, gratuita, senza precedenti, fino a sfociare nel dramma del suicidio.

     

  • in 7 minuti

    Agostina Pacini

    A colpi di accetta e pistola, avevano decimato la famiglia. Il vecchio Giovanni e Adamo erano caduti subito, poi era toccato alla Duilia. Agostina fu colpita da una pallottola dietro l'orecchio, ma sopravvisse per la sfortuna dei due assassini.

     

  • in 5 minuti

    Giuseppa Chierici e Pia Momini

    Storia d'amore finita male tra due ragazze ventenni del Vicolo Belledonne. Giuseppa dopo aver ucciso a colpi di rivoltella la sua compagnia Pia, vide unica soluzione quella di buttarsi dalla finestra di camera sua.

     

  • in 20 minuti

    Le veglie di Maso

    In casa di Maso delle Colombaie c'era sempre veglia, in qualunque stagione. Anche quando il vento, mulinando nella forra, ne usciva fuori a sbalzelloni e schiaffeggiava le piante, i pagliai, le case dei contadini.

     

  • in 7 minuti

    Ricordi rionali, ricordi di contrada

    Il colore rionale in antico era un simbolo araldico, un distintivo delle persone e del luogo, una consacrazione al servizio e al prestigio d'una piccola o grande famiglia di popolo. Un piccolo comune nel grande comune.

     

  • in 4 minuti

    Una visita di Rudolf Borchardt

    Visitò la prima volta la città forse ai primi del secolo, verso il 1904. Ne rimase profondamente impressionato ed esaltato. Gli sembrò di avere fatto una grande scoperta. Gli dedicò un saggio che fu pubblicato con il titolo «Volterra».

     

Storia Moderna
  • in 14 minuti

    Un turista del Settecento

    Il Settecento fu per eccellenza secolo di viaggi e di scoperte. Soprattutro gli Inglesi, oltre ai Tcdeschi, vedevano nei tour in continente (Francia, Svizzera, Spagna e soprattutto Italia) la conclusione e il coronamento della propnìa istruzione. Rodolico1, citando l’opuscolo «Riflessioni sopra l’utilità dei viaggi» (Pisa,…

     

  • in 6 minuti

    Un Turista del Settecento entusiasta della città

    Il forestiero che sale al Poggio è sempre rimasto incantato della nostra città, dei suoi monumenti e, secondo la sua cultura, anche della sua storia. Ranieri Bernardino Fabri ci regala due sonetti dedicati a Volterra.

     

  • in 6 minuti

    Ai tempi in cui chi sbagliava pagava

    Molto spesso il Seicento vien descritto come il secolo degli abusi e dei soprusi, forse per un’errata interpretazione manzoniana della storia, ma il documento che ci è capitato fra le mani ci assicura che, almeno in Volterra, le regole amministrative e contabili erano rispettate con…

     

  • in 3 minuti

    Il Postribolo Pubblico

    Non sempre fra i due litiganti il terzo gode; a volte ha anche la peggio. Così almeno capitava ai tempi in cui quelle case aperte per contrastare il vizio della sodomia. Un fatto di cronaca nera del Seicento.

     

  • in 6 minuti

    Accademia dei Sepolti

    L’Accademia dei Sepolti, una fra le istituzioni cittadine più antiche, venne fondata il 17 marzo 1597 da quattro giovani volterrani: Francesco di Niccolò Incontri, Giovanni Villafranchi, prete e poeta, Martino di Antonino Falconcini, dottore in medicina e Giovan Battista Seglieri, chierico commediografo e poeta. L’idea…

     

  • in 7 minuti

    I tesori dell’alabastro

    La lavorazione dell'alabastro dagli inizi del terzo secolo avanti cristo alla fine del novecento; generazioni di alabastrai che hanno reso Volterra il centro della manifattura.

     

Storia Medievale
  • in 7 minuti

    Anastasia degli Onesti

    Nei secoli, molti sono stati i postriboli di Volterra, nati per combattere la piaga della sodomia. Anastasia, tra tutte le prostitute, era quella che teneva testa ai soldati, pretendeva i pagamenti e organizzava gli incontri.

     

  • in 6 minuti

    La consacrazione del Duomo in San Giovanni

    A chi entra in Cattedrale da Piazza dei Priori, nella cappella gotica che contiene la preziosa statua policroma della Madonna col Bambino, sfugge quasi completamente un'iscrizione su marmo: il ricordo della consacrazione.

     

  • in 4 minuti

    I balestrieri della città

    Le riforme popolari volterrane del 1320, che fissano a seicento uomini le masnade permanenti cittadine, e a mille gli armati di contado pronti alla chiamata ci informano che un quarto della forza volterrana è costituita da balestrieri.

     

  • in 45 minuti

    La ‘ncantatrice di Travale

    Le ricerche svolte sulla stregoneria sono varie e molteplici, numerosi i percorsi scelti da studiosi appartenenti spesso a discipline diverse e diverse le interpretazioni, che variano secondo le epoche e i contesti culturali.

     

  • in 2 minuti

    Streghe di Mandringa

    Se fu facile per San Barbato abbattere il secolare noce di Benevento e disperdere così le migliaia di streghe che vi si davano convegno, le difficoltà che avrebbe incontrato a Volterra sarebbero state tanto sovrumane da fargli perdere la speranza di poter sfrattare da Mandringa…

     

  • in 2 minuti

    La Giustarella

    "Quando è freddo e tira vento, chiudi l'uscio e resta dentro". Sa Dio quante volte, in quel gelido autunno del Quattrocento, gli sarà passato per la mente mentre facevano la guardia nottuma appostati alla Porta di San Felice,

     

CONTATTI

Centro Assistenza

Amministratore
Marco Loretelli
info@volterracity.com
+39 347 44 44 834

Termini e Condizioni
Trattamento dei Cookies
Privacy Policy
Copyright

Nome e Cognome*

Email*

Telefono

Il tuo messaggio