Via dei Laberinti

Si tratta di un toponimo molto vecchio, chiamato anche "Il Labirinto", che oggi indica la strada più evidente nel dedalo di viuzze ed abitazioni medievali che ne fanno un angolo davvero caratteristico.

Si tratta di un toponimo molto vecchio, chiamato anche “Il Labirinto”, che oggi indica la strada più evidente nel dedalo di viuzze ed abitazioni medievali che ne fanno un angolo davvero caratteristico. In passato erano compresi nel Labirinto anche Vicolo degli Abbandonati e Vicolo degli Alberi.

Altri nomi che ricorrono in questa zona sono anche: Vicolo del Pozzo, Chiasso del Sandretto, Vicolo Mozzo, Vicolo della Fogna e Vicolo Traverso. La parte che sbocca in Via della Porta all’Arco si trova indicata in un decreto vescovile del 1631 come Via della Madonna della Neve per la presenza di un tabernacolo dedicato alla Vergine.

La strada non ha un andamento rettilineo, ma serpeggia qua e là talvolta tornando indietro intersecando se stessa. Gli edifici esistenti sono stati tutti costruiti nel XVI-XVII secolo sulla base di un impianto urbanistico più antico, si notano, infatti, diversi elementi architettonici più antichi.

Ad esempio la facciata del n. 2 ha una struttura muraria in pietra databile al XIV secolo, al n. 10 ci sono i resti di un bel portale in pietra databile al XIII secolo, al n. 25 è possibile vedere un bell’arco in conci realizzato con pietre di due colori differenti, si trattava, probabilmente del portale di un’abitazione signorile del XIV secolo.

Tutti gli edifici sono stati fortemente ristrutturati in più epoche, quelli ai nn. 24-26 e 28-33 sono stati restaurati nella seconda metà dell’Ottocento; al n. 7 vi è un portale del XV secolo e, sopra la porta del n. 18 è affissa una lapide con inciso l’anno dell’ultimo intervento edilizio: 15 giugno 1950 A.S.

© Pacini Editore S.P.A., ALESSANDRO FURIESI
Via dei Laberinti, in “Dizionario di Volterra / II, La città e il territorio : strade – piazze – palazzi – chiese – ville e opere d’arte del volterrano”, a. 1997, ed. Pacini;
M. BATTISTINI, Volterra illustrata. Porte, Fonti, Piazze, Strade, Volterra, Carnieri, 1921, p. 63;
P. FERRINI, Volterra di strada in strada, Volterra, Studio Tecnico 2G, 1983, p. 12.