Description

E' incredibile come - in tempi di arte cibernetica, multimediale, virtuale, digitale, interattiva, in tempi in cui le arti visive sposano sempre più spesso le nuove tecnologie, in cui le grandi arene nazionali o internazionali sfornano a getto continuo artisti che si sono strategicamente impossessati di video e di computer - resti forte, imprescindibile, pervicace il rapporto artistanatura fatto di colore e pennelli, di emozioni e di poesia, di paesaggi perduti e ritrovati, di estenuanti silenzi.

Alcuni parlano di fuga verso eden improbabili, altri di viaggio sentimentale alla ricerca di un tempo indubbiamente perduto, altri ancora di inesauribile istinto di sopravvivenza. Resta il fatto che la polarità di fondo del naturale come elemento scatenante, come cartina tornasole del fare arte non accenna ad esaurirsi anzi segnala oggi sintomi e premesse di un esaltante ritorno di questi artisti senza tempo, di artisti come Vanna Spagnolo.

Ora dolce, soffusa, malinconica, notturna e quasi impalpabile ora spingendosi oltre la purezza della immagine, smagandone i contorni sino ad una sua avvolgente definizione cromatica, la pittura di paesaggio della Spagnolo non cede alle trappole di un facile naturalismo per copia conforme ma alterna momenti di tonificante cromia a momenti di rarefatta descrittività: un paesaggio raccontato e non riportato pur nei crismi del più perfetto conduttore figurativo.

Dalle vallate affocate di sole e di verde alle ampie distese di grano dorato, dal succedersi, dolce di colline sfrangiate e perdute in morbidi orizzonti alle sinfonie degli azzurri intensi del mare, la natura di Vanna Spagnolo si veste di colore - senza compiacimenti né accentazioni spettacolari e strumentalmente accattivanti - in un distillato di postimpressionismo che comunque recupera anche cifre del primo espressionismo quando si lascia andare ad acuti cromatici di densa ed insieme raffinata intensità.

Nella Spagnolo i colori sembrano farsi di volta in volta memoria e racconto. In questa pittura in cui la divisione dei piani si accorda ad una complementarietà cromatica l'oggetto naturale prende straniti vigori, accumula forza ed emozione che lo astraggono dal suo essere reale come in certi alberi "soli" e protagonisti di metafisici silenzi.

Un mondo pittorico originale e senza contaminazioni dove sensazioni e poesia si risolvono nel colore e nei tagli di un paesaggio smagato ma sottilmente evocatore, non finito ma definito nella emozione. Emozione scritta in un foglio sparso dove Vanna ha annotato: nello sguardo intenso e luminoso, awolta da calde luci e ombre brune, mi lascio cullare dal vento fra armonie di colori che vestono la mia mente di dola segreti ... e dove si capisce come il dipingere per lei sia un viaggio nell'anima con l'anima in viaggio che si guarda attorno.

Nell'opera pittorica di Vanna Spagnolo si ritrova il più intimo legame tra l'Uomo e la Natura.

In un fluire incessante di emozioni e colori, la pittrice segue il suo istinto, che si manifesta in assenza di confini netti e prestabiliti, effetto tridimensionale.

Come la Natura libera e forte, la tela continua nella cornice proprio per esprimere il carattere, diventando una finestra verso l'amata Toscana, tra dune con canne al vento, colline di solitari cipressi e forti lecci.

"Colpa del Vento" se la Natura vive e comunica costantemente ai suoi interlocutori guardandoli negli occhi. Chi potrà vedere Vanna Spagnolo all'opera, nella sua bottega "Colpa del Vento", vicino al Museo Etrusco Guarnacci, verrà a contatto con la sua tecnica pittorica: dai colori forti e vivi, tra pennelli e spatola.

Nata in un piccolo paese in provincia di Padova, Camposampiero, e cresciuta poi in provincia di Torino, Vanna ha saputo conservare quella semplicità e quella genuinità che la vita frenetica dei nostri giorni sembra aver dimenticato.

La sua attività artistica crea il miracolo di esprimere, senza difficoltà alcuna, il senso della vita, quel senso intimo che il Cigno Bianco ha così definito "ho camminato tanto sulla Terra, e non ho trovato tappeto più confortevole dell'erba verde del prato, non un profumo più intenso di certi fiori, non ho provato pace più profonda di una sera di primavera". Il suo magico occhio osserva la natura con affetto, e si sofferma sui particolari dimenticati dagli uomini moderni: Vanna dipinge il vento che passa attraverso i nostri pensieri e gioca a rincorrersi fra le fronde degli alberi; le onde che cullano i ricordi e poi s'infrangono sulla spiaggia silenziosa; il temporale che nutre le malinconie ed accende i colori; i fiori, ognuno diverso, come i volti delle persone conosciute che affollano i ricordi. La pittrice riesce a trarre il bello di ogni esperienza: dal suo paese natale rapìsce la serenità riflessiva e silenziosa della contemplazione della natura; dai suoi viaggi in Africa la prepotenza estasiante dei colori delle sue tele: dal suo passato le passioni ed i sentimenti che agitano i suoi soggetti attraverso una vibrazione inconfondibile, tutta spirituale. La tecnica ad olio, padroneggiata ad arte, è in grado di confondere particolari, paesaggi e prospettive con una precisione quasi fotografica; la mano saggia armata di spatola e pennello è in grado di restituire vita alla tela, quella vita che una semplice foto non potrà mai trasmettere. E così le foglie dei suoi alberi trascendono lo stretto ambiente in cui sono dipinte per evadere con grazia il mondo delle immagini e raggiungere la realtà: il vento supera la cornice, la abita, la invade con un effetto delizioso a vedersi: "perché è proprio il vento il mio istinto, e come tale lo lascio andare. La natura non ha confini, non si può soffocare. Un filo d'erba spunta anche sull'asfalto, e così le immagini non si racchiudono nella tela, ma si allargano, fuoriescono. Nei miei quadri non esistono paletti o limiti, ed anche la cornice invasa da una natura viva diviene unica ed irripetibile".

La suggestione dei paesaggi ha una lieve eco ottocentesco, potremmo addirittura paragonarlo all'impeto della natura dipinta a quel tempo da Van Gogh.

Vanna regala facili emozioni a turisti e viandanti, cancellando le nubi di una tetra epoca: "dopotutto il sole continua a splendere per chi ha voglia di godersi i suoi raggi, ed anche per chi non se ne accorge... limitare l'eden ad una sola immagine è il miracolo che solo la pittura di un animo nobile può compiere, e così nel guest book dell'atelier una bimba ha scritto: "vorrei abitare in uno dei tuoi quadri".

Open
Open hours today: 10:00 - 18:30
  • Monday

    10:00 - 18:30

  • Tuesday

    10:00 - 18:30

  • Wednesday

    10:00 - 18:30

  • Thursday

    10:00 - 18:30

  • Friday

    10:00 - 18:30

  • Saturday

    10:00 - 18:30

  • Sunday

    10:00 - 18:30

  • dicembre 12, 2018 14:16 local time

Recensioni
simona bove
simona bove
08:36 17 Jun 18
Una meravigliosa esplosione di colori!La prima bottega nella quale sono entrata a Volterra… che dire… ne sono rimasta subito attratta e all'interno mi sono sentita abbracciata da mille meravigliosi colori.Tra le vie di Volterra, pur ricche di storia, si apre una finestra colorata che mostra meravigliosi scorci naturali in tutte le forme che la natura può offrire. Spesso, con la fretta di tutti i giorni, non si riesce a fermarsi e goderne. Vanna a saputo catturarle e le ridona quotidianamente a tutti noi. Queste creazioni pittoriche colpiscono per l'intensità cromatica che ti avvolge ovunque tu possa girare lo sguardo e fa nascere nel cuore delicate emozioni .Se vi capitasse di passare di lì, vi consiglio di entrare e riscaldarvi il cuore con questi meravigliosi paesaggi e colori.Vanna poi saprà condurvi in viaggio attraverso le sue creazioni.
Anna Maria Santobuono
Anna Maria Santobuono
20:25 17 Jun 18
La Bottega di Vanna Spagnolo è un luogo magico: si ha la sensazione di essere in un bellissimo sogno. Ogni sua creazione attira la tua attenzione, con una voce diversa: guardi l'una, poi l'altra e l'altra ancora ... finché incroci quella la cui musicalità ti incanta e te ne innamori ... quando la osservi ti senti un tutt'uno con lei. Sei immerso in quel luogo, dove la natura sembra esprimersi con ancor più forza e dolcezza: non sono quadri, ma creature vibranti di emozioni.Se si torna nei paraggi di Volterra, si sente l'irresistibile desiderio di ritrovare quel luogo; sarà "Colpa del Vento".
Maurizio Billeri
Maurizio Billeri
22:39 15 Jun 18
Entri in mostra e ti inebrii di forme , luci, colori e profumi come ti trovassi in un campo di fiori,di grano, di campi lavorati. Dopo che è passato poco tempo ti accorgi che c'è qualcosa che ti inebria. Tutte le tue considerazioni circa quel campo fiorito spariscono ed allora ti chiedi da dove provenga quel tuo colorato stordimento . Aspetti un po, e ti accorgi che la tua sindrome di Stendhal in "colpa del vento" dipende da lei, da Vanna, una donna formidabile che trasforma ľaria, il vento , cose normali,cose che sono scontate per i più, in opere ďarte. Non ti resta che lo stupore , per dove sei, per cosa fai li, per cosa ti tiene li. Li ti tiene lei col suo fascino di artista e di donna straordinaria. Allora indugi perché vorresti trovare almeno un difetto a quel posto così magico, un punto a cui agganciare una critica , un disaccordo. Con Vanna non ci sono critiche da fare , perché è disarmante, praticamente un animale nel suo ambiente preferito naturale. Un aggettivo superlativo in un posto senza difetti. In quelľambiente coloratissimo e profumato di passione pura che è il suo studio il tuo stordimento sa di arte semplice colorata e pura e di presenze, la tua è la sua ,che in un attimo comunicano, parlano di estetica e bello, e sempre in attimo trovano intesa. Esci dalla galleria e ti accorgi di aver respirato aria pura.Sarà per questo che quel posto si chiama così: "COLPA DEL VENTO"
marta damian
marta damian
04:45 16 Jun 18
La bottega dell’arte : Colpa del Vento ... entrando vieni circondata dalla forza della Natura . Sono stata rapita dall’incontenevole energia dell’artista che con passione e gioia , mi ha spiegato molte delle sue opere. La Natura che rompe i confini un’esperienza unica . Passateci, fermatevi e lasciatevi catturare dalla Natura
Leonarda Diurno
Leonarda Diurno
06:25 16 Jun 18
L'artista è molto brava a trasmettere le emozioni dei suoi dipinti e nei dipinti !Il suo studio emana luce vitale condita da emozione e sensazioni che ti trasportano in un modo dove tutto è possibile!Un turbinio di emozioni che chiunque passi da lì non potrà mai dimenticare!Vanna sei grande!
Valentina Pedreschi
Valentina Pedreschi
21:24 18 Jun 18
Il mio vento mi ha portato da Vanna or sono un pò di anni fa. Rimasi fin da subito estasiata dai suoi quadri, da quella Natura così vivida, rigogliosa, piena di vita. Quella Natura che ci circonda ogni giorno e che a volte trascuriamo o non cogliamo in tutta la sua bellezza e con tutti i suoi insegnamenti che solo lei che è lì dalla notte dei tempi, ci può dare... I protagonisti dei suoi quadri sono "catturati" nella loro bellezza più pura e genuina... Alberi, Paesaggi e sentieri della campagna toscana, Fiori, Girasoli, il Mare... per dirne alcuni... arrivano con i propri colori fino a sopra la cornice e ci trasportano dentro a quelle istantanee permettendoci di assaporarne i profumi, la quiete, la carezza del vento, i ritmi dell'andirivieni delle onde o la foga di un mare mosso. Come ricorda Antoine De Saint Exupérie "non si vede bene che col cuore, l'essenziale è invisibile agli occhi". Ecco, ciò che vedo nei quadri di Vanna; vedo l'essenziale colto con il cuore ed entrando nella sua bottega, trovo davanti a me una Persona ed un Artista Speciale come sono i suoi quadri.
DANIELE TACCOLA
DANIELE TACCOLA
15:48 18 Jun 18
Immergersi nella natura, nei colori e nella campagna Toscana, con Arte e sensibilità rappresentata da Vanna Spagnolo, Artista a tutto tondo. Chi ha la fortuna di entrare in galleria ne esce sempre arricchito e piacevolmente coinvolto. I suoi non sono quadri ma pezzi di cuore in cerca dell'anima gemella. Colpa del Vento, merito di Vanna.
Ursula Lüthi
Ursula Lüthi
19:33 16 Jun 18
Vanna e una persona molto speciale. Tante belle cose da sue pitture lei a descrito (?). Sono molto contente dei pitture comprata a Volterra. I piu belli che io vista. Grazie Vanna per le belle pitturi e la tua amicizia. Ursula
Andrea Gennai
Andrea Gennai
22:02 20 Jun 18
Un luogo dell'anima, dove si percepisce il rispetto per la natura, l'amore per i paesaggi, il soffiare leggero del vento che accarezza le foglie degli alberi. Dalle tele emerge positività, armonia ed equilibrio in un arcobaleno di colori e sembra di sentire il profumo dei fiori ed il fruscio dell'erba. Complimenti di cuore a Vanna, perché i suoi quadri sono unici e ricchi di poesia, in più il suo originale dipingere oltre la cornice trasmette la sensazione dell' infinità della natura, che si manifesta nelle sue molteplici forme ed il messaggio che arriva ad uno spettatore più attento e sensibile è che le emozioni non hanno confini. Felicissimi di aver impreziosito il nostro salotto con una sua stupenda tela. Margherita Gabbrielli, Riccardo e Andrea Gennai. Volterra 21/06/2018
Alessandro Bellè
Alessandro Bellè
22:32 20 Jun 18
Non ci sono parole per descrivere i quadri di Vanna. Bastano pochi secondi e ti rendi conto che non li stai guardando, ma li stai vivendo e ti ritrovi trasportato al loro interno in spazi e dimensioni fantastici dove la natura ed i paesaggi ti avvolgono e ti catturano. I colori sono decisi e si fondono tra loro con sapiente studio del movimento che solo lei riesce a dare alle figure. Per chi passa da Volterra consigliatissima una visita.
Guarda tutte le recensioni Scrivi una recensione
Categories
Contact business

Follow us