Open
Open hours today: 12:00 - 15:30
  • Monday

    12:00 - 15:3018:30 - 22:00

  • Tuesday

    12:00 - 15:3018:30 - 22:00

  • Wednesday

    12:00 - 15:3018:30 - 22:00

  • Thursday

    12:00 - 15:3018:30 - 22:00

  • Friday

    12:00 - 15:3018:30 - 22:00

  • Saturday

    12:00 - 15:3018:30 - 22:00

  • Sunday

    12:00 - 15:3018:30 - 22:00

  • Luglio 10, 2020 19:41 local time

Prodotti Tipici Locali

Mangiando sotto terra

Con la consapevolezza che la tradizione e la scelta delle materie prime sono indispensabili per la riuscita di un ottimo piatto, Le Cantine di Palazzo Viti propongo pietanze superlative come il cinghiale in salmì, trippa alla Volterrana, pappardelle di lepre o di cinghiale, Fiorentine e tagliate di manzo con carni selezionate. I dettagli fanno sempre la differenza.

Le Cantine di Palazzo Viti è parte integrante del complesso monumentale cinquecentesco di Palazzo Incontri Viti, è sebbene già questo può rendere il locale curioso, la sua originalità si concentra sul fatto che il servizio della ristorazione si distribuisce sotto il viario stradale del centro storico. In pratica, mangi sotto terra! Sono presenti numerosi tavolini e all'evenienza dispone anche di una saletta di degustazione, luogo ideale dove passare pomeriggi o serate tra amici con solo un ottimo calice di vino in mano; nei mesi estivi propone anche la possibilità di fare aperitivo in terrazza, lungo le mura medievali che si affacciano sul Teatro Romano.

Birre di qualità

L'Irlanda e la Guinness approda a Volterra

Questo è davvero un luogo di ritrovo se vuoi trascorrere una serata in compagnia. Soprattutto per molti giovani volterrani, i quali vi trovano conforto il venerdì e il sabato sera. Non solo con le gambe sotto il tavolino, ma anche davanti a una birra. Infatti Le Cantine di Palazzo Viti, sotto il nome alternativo di Qvo Vadis Irish Pub, ha saputo reinventarsi anche come pub, posizionandosi nei primi piani di Palazzo Viti e protraendosi all'esterno in una corte adiacente al Teatro Romano. Un pub rinomato che ha saputo, nel corso degli anni, richiamare gran parte del vasto territorio della Valdicecina.

Il pub, rigorosamente creato sotto la supervisione della Guinness Italia, riproduce l'ambientazione dei classici pub irlandesi in stile shop, i vecchi negozi dell'isola dove, un tempo, si poteva trovare di tutto. Chi entra si trova immerso in un ambiente caldo e accogliente, con volte a crociera, divani tappezzati di rosso e tavoli dalle diverse forme e altezze, come quello che riproduce l'arpa, simbolo della produttrice della bevanda bionda.

> Scopri, Quo Vadis Irish Pub

Sotterranei misteriosi

I vampiri sono ormai parte integrante della nostra società

All'interno del ristorante Le Cantine di Palazzo Viti è presente un pozzo verticale ipoteticamente adibito alla raccolta dell'acqua. La mancanza di dati precisi sulle modifiche architettoniche effettuate, non ha permesso di individuare con esattezza né il periodo di costruzione né quello di tali cambiamenti. Sappiamo con certezza che la cisterna riusciva a contenere una quantità di acqua piovana sufficiente all'approvvigionamento pubblico e in particolar modo del vicino Teatro Romano.

Tale cisterna la si ammira osservandola dalla fessura da cui si raccoglieva l'acqua, così come persino i nostri avi avrebbero potuto vederla, ma se sei curioso di come si sviluppava una cisterna al suo interno, principalmente sommersa dall'acqua puoi far visita alla adiacente cisterna romana del I secolo a.C. In origine la cisterna romana era lunga ventiquattro metri, ma venne parzialmente distrutta per la ricostruzione del Palazzo Viti; ne è stata sfondata una parete per permetterne così l'accesso mediante scale, con l'intento di creare una suggestiva cantina. O meglio, una cripta.

> Scopri, la Cripta del Vampiro

Luoghi pericolosi

I Volturi sono gli ultimi dei tuoi problemi

La cisterna romana ha acquisito la fama di Cripta del Vampiro, per colpa o per merito dell'immaginario collettivo scaturito dai fans della Saga di Twilight. La scrittrice Stephanie Meyer volle Volterra patria dei Volturi e, nei primi anni dall'uscita del bestseller americano, in città furono organizzati numerosi readings e scene teatrali amatoriali che videro riunirsi migliaia di lettori di tutta Italia.

Per via dei suoi ampi spazi molti di questi eventi furono tenuti all'interno di Le Cantine di Palazzo Viti. I twilighters, o meglio dire, gli appassionati della Saga, alla vista della cisterna, suggestionati dall'atmosfera che essa regala a chi la visita, mutarono il nome del sito storico in Cripta del Vampiro. Il nome, ovviamente, glielo attribuirono per gioco, ma è da quel momento che le voci corrono in tal direzione, soprattutto con il potente aiuto dei moderni social network; ormai un immaginario inarrestabile.

A proposito di vampiri: la prima cosa cosa che cercano immediatamente i turisti dell'occulto quando arrivano a Volterra è il tombino in cui si calano tre dei Volturi. Sai dove si trova?

> Scopri, Tombino dei Volturi

Nostalgia portami via

Mezzo secolo di discoteca notturna tra le mura

Oggi ristorante, un tempo discoteca di grande rilievo, secondo solo allo Splash di Molino d'Era, locale giù nei piani in direzione di Lajatico. Devi sapere che i luoghi dove attualmente si concentra per la maggiore il ristorante sono i mitici sotterranei de Le Catacombe, locali della movida adolescenziale che hanno resistito con costanza e grande affluenza dagli anni Cinquanta del secolo scorso fino alla prima decade degli anni Duemila; il nome alquanto macabro si può comprendere facilmente, vista la collocazione interrata e le anguste scale di accesso.

La Valdicecina e in primis i volterrani hanno trovato qui lo svago serale e invernale, anche quando a nuovo secolo il cambio gestione lo fece diventare Tequila's Disco Bar. Oggi il locale, prediligendo il lavoro di ristorazione, riduce al minimo le occasioni dedicate agli eventi notturni; ci si accontenta di un evento al mese, ma quando vengono organizzati l'intrattenimento è assicurato: il revival di quegli anni d'oro spinge per fortuna il locale ad un schiacciante e continuo soldout.

Prodotti Tipici Locali

Mangiando sotto terra

L'accessibilità della Cripta del Vampiro dipende solo dagli orari di apertura de Le Cantine di Palazzo Viti o del Qvo Vadis Irish Pub: diverse attività, stesso locale. Nonostante ti addentri all'interno di una delle due attività commerciali la visita ai siti storici non è mai stata negata.

Una volta scesi, tuttavia, i profumi che inebriano questi locali sono capaci davvero di distrarti. Con la consapevolezza che la tradizione e la scelta delle materie prime è assolutamente indispensabile per la riuscita di un ottimo piatto, qui a Le Cantine di Palazzo Viti nascono certe pietanze superlative come il cinghiale in salmì, trippa alla Volterrana, pappardelle di lepre o di cinghiale, Fiorentine e tagliate di manzo con carni selezionate. I dettagli che fanno davvero la differenza.

Le Cantine di Palazzo Viti è parte integrante del complesso monumentale cinquecentesco di Palazzo Incontri Viti, è sebbene questo possa rendere il locale curioso, la sua originalità si concentra sul fatto che il servizio della ristorazione si distribuisce sotto il viario stradale del centro storico. In pratica, mangi sotto terra!

> Scopri, Le Cantine di Palazzo Viti

Birre di qualità

L'Irlanda e la Guinness approda a Volterra

Questo è davvero un luogo di ritrovo se vuoi trascorrere una serata in compagnia. Soprattutto per molti giovani volterrani, i quali vi trovano conforto il venerdì e il sabato sera. Non solo con le gambe sotto il tavolino, ma anche davanti a una birra. Infatti Le Cantine di Palazzo Viti, sotto il nome alternativo di Qvo Vadis Irish Pub, ha saputo reinventarsi anche come pub, posizionandosi nei primi piani di Palazzo Viti e protraendosi all'esterno in una corte adiacente al Teatro Romano. Un pub rinomato che ha saputo, nel corso degli anni, richiamare gran parte del vasto territorio della Valdicecina.

Collocato lungo le mura che costeggiano il Teatro Romano, il pub, rigorosamente creato sotto la supervisione della Guinness Italia, riproduce l'ambientazione dei classici pub irlandesi in stile shop, i vecchi negozi dell'isola dove, un tempo, si poteva trovare di tutto. Chi entra si trova immerso in un ambiente caldo e accogliente, con volte a crociera, divani tappezzati di rosso e tavoli dalle diverse forme e altezze, come quello che riproduce l'arpa, simbolo della produttrice della bevanda bionda.

> Scopri, Quo Vadis Irish Pub

Sotterranei misteriosi

I vampiri sono ormai parte integrante della nostra società

All'interno del ristorante Le Cantine di Palazzo Viti è presente un pozzo verticale ipoteticamente adibito alla raccolta dell'acqua. La mancanza di dati precisi sulle modifiche architettoniche effettuate, non ha permesso di individuare con esattezza né il periodo di costruzione né quello di tali cambiamenti. Sappiamo con certezza che la cisterna riusciva a contenere una quantità di acqua piovana sufficiente all'approvvigionamento pubblico e in particolar modo del vicino Teatro Romano.

Tale cisterna la si ammira osservandola dalla fessura da cui si raccoglieva l'acqua, così come persino i nostri avi avrebbero potuto vederla, ma se sei curioso di come si sviluppava una cisterna al suo interno, principalmente sommersa dall'acqua puoi far visita alla adiacente cisterna romana del I secolo a.C. In origine la cisterna romana era lunga ventiquattro metri, ma venne parzialmente distrutta per la ricostruzione del Palazzo Viti; ne è stata sfondata una parete per permetterne così l'accesso mediante scale, con l'intento di creare una suggestiva cantina. O meglio, una cripta.

> Scopri, la Cripta del Vampiro

Luoghi pericolosi

I Volturi sono gli ultimi dei tuoi problemi

La cisterna romana ha acquisito la fama di Cripta del Vampiro, per colpa o per merito dell'immaginario collettivo scaturito dai fans della Saga di Twilight. La scrittrice Stephanie Meyer volle Volterra patria dei Volturi e, nei primi anni dall'uscita del bestseller americano, in città furono organizzati numerosi readings e scene teatrali amatoriali che videro riunirsi migliaia di lettori di tutta Italia.

Per via dei suoi ampi spazi molti di questi eventi furono tenuti all'interno di Le Cantine di Palazzo Viti. I twilighters, o meglio dire, gli appassionati della Saga, alla vista della cisterna, suggestionati dall'atmosfera che essa regala a chi la visita, mutarono il nome del sito storico in Cripta del Vampiro. Il nome, ovviamente, glielo attribuirono per gioco, ma è da quel momento che le voci corrono in tal direzione, soprattutto con il potente aiuto dei moderni social network; ormai un immaginario inarrestabile.

A proposito di vampiri: la prima cosa cosa che cercano immediatamente i turisti dell'occulto quando arrivano a Volterra è il tombino in cui si calano tre dei Volturi. Sai dove si trova?

> Scopri, Tombino dei Volturi

Nostalgia portami via

Mezzo secolo di discoteca notturna tra le mura

Oggi ristorante, un tempo discoteca di grande rilievo, secondo solo allo Splash di Molino d'Era, locale giù nei piani in direzione di Lajatico. Devi sapere che i luoghi dove attualmente si concentra per la maggiore il ristorante sono i mitici sotterranei de Le Catacombe, locali della movida adolescenziale che hanno resistito con costanza e grande affluenza dagli anni Cinquanta del secolo scorso fino alla prima decade degli anni Duemila; il nome alquanto macabro si può comprendere facilmente, vista la collocazione interrata e le anguste scale di accesso.

La Valdicecina e in primis i volterrani hanno trovato qui lo svago serale e invernale, anche quando a nuovo secolo il cambio gestione lo fece diventare Tequila's Disco Bar. Oggi il locale, prediligendo il lavoro di ristorazione, riduce al minimo le occasioni dedicate agli eventi notturni; ci si accontenta di un evento al mese, ma quando vengono organizzati l'intrattenimento è assicurato: il revival di quegli anni d'oro spinge per fortuna il locale ad un schiacciante e continuo soldout.

Recensioni
Place not found by PlaceID: ChIJG4-SCkQaKhMRdb4xuyobfmw