di Volterracity

10 soddisfazioni da avere in Autunno



L’autunno per Volterra è la stagione del suo risveglio. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, è il periodo in cui la città torna ad essere se stessa, riprende una dimensione più umana, per certi versi più veritiera. Appena si dissolve il torpore d’agosto si spengono i riflettori sul centro storico e i residenti riprendono i propri spazi che fino a qualche giorno prima avevano ceduto al turismo di massa.

Piccola digressione. Per altri consigli sugli eventi del territorio di Volterra fai riferimento a questo articolo:

> Scopri, tutti gli eventi del Comune di Volterra

A TU PER TU CON GLI AGRITURISMI

Il clima ancora mite, le giornate serene e la voglia di tornare alle normali attività quotidiane, rendono questo periodo fra i più intensi dell’anno. Anche la natura è tutt’altro che assopita. Le vigne rigogliose sono pronte per la vendemmia e la presentazione delle nuove annate con l’assaggio dei vini novelli sono appuntamenti imperdibili. L’autunno è anche la stagione della raccolta delle olive seguita dalla presentazione dell’olio novello, altra eccellenza gastronomica delle campagne volterrane. Dunque consigliamo di soggiornare in agriturismo per una vacanza a Volterra, potresti essere coinvolto nelle attività di raccolta e nelle degustazioni: esperienze davvero imperdibili!


VOLTERRAGUSTO

I frantoi si aprono, le fette di pane si abbrustoliscono all’aperto e all’insegna di simposi, convegni, mostre e degustazioni, la natura offre i suoi frutti migliori a chiunque voglia assaporarli. E insieme al miele, ai salumi e ai formaggi della filiera corta c’è anche il tartufo bianco, prodotto molto pregiato che ogni anno richiama l’attenzione di intenditori, ristoratori e di semplici buongustai. Per l’occasione, a cavallo tra ottobre e novembre si apre una mostra mercato dove puoi acquistare i prodotti locali tipici del volterrano, ottimi regali di autentica qualità da portare a casa.


LA NEBBIA SUGLI IRTI COLLI

Una tazza di cioccolato caldo e fumante al bar e poi via lungo le mura del centro storico ad ammirare i banchi di nebbia. Assaporare le mattine a ridosso dell’alba sempre fresche, rilassanti e silenziose sono una delle esperienze uniche che non puoi assolutamente perdere. Il centro storico situato a oltre cinquecento metri sopra il livello del mare permette di avere una vista dall’alto su tutte le vallate circostanti. Nei giorni più limpidi si vede persino il mare e la Corsica, nel periodo autunnale però i panorami spariscono sommersi da una infinita distesa di nebbia che par di essere su un isola in mezzo ad un mare bianco.


GIRO DELLE BOTTEGHE ARTIGIANE

Ora che il turismo si arrende alle giornate più fredde, la città riprende una dimensione più a misura del cittadino. Già in questo periodo puoi comprendere la differenza tra i negozi che erano aperti per compiacere il turista estivo e le botteghe artigiane. Le prime si faranno trovare chiuse in attesa della primavera, mentre le seconde saranno sempre aperte. Una selezione naturale che può venirti incontro se vuoi conoscere uno dei lati più autentici del territorio toscano, incontrando gli artigiani all’opera nelle loro piccole botteghe. Scopri le tecniche di lavorazione e le storie degli artigiani di Volterra; saranno ben felici di mostrare la creazione dei loro prodotti in alabastro, bronzo, vetro, cuoio o ceramica.


SAN LUCA DEGLI ALABASTRAI

Il San Luca si annovera a Novembre, festa popolare dedicata ai lavoratori dell’alabastro. Ogni anno gli alabastrai perpetuano una tradizione che si riconnette alle corporazioni artigiane volterrane del medioevo e in questa occasione vengono tenuti eventi legati alla tradizione dell’alabastro, dalle visite delle botteghe, alle mostre estemporanee, ai pranzi con gli artigiani. C’è un forte indirizzo culturale, un senso di rispetto verso chi continua tutt’ora a praticare questa attività così emblematica per l’identità di Volterra. Quando parli di alabastro guardi direttamente il DNA del nostro territorio, una realtà da scoprire in tutte le sue sfaccettature.


VOLTERRA MAGICA E MISTERIOSA

Nascosta dietro l’immagine convenzionale della Toscana da spot turistico c’è un’altra realtà che attende di essere scoperta. È un viaggio sorprendente sulle orme delle leggende e di messaggi occulti, ciò che ti proponiamo in questo articolo ti consente di guardare con occhi diversi ad alcuni dei miti, dei personaggi e dei luoghi con cui si identifica da sempre questa città. In autunno la città è avvolta dalla nebbia sottile, occasione mai più azzeccata per camminare tra le viuzze e le strade del centro storico alla ricerca del brivido e della suggestione. La sera questa sensazione inquietante si amplifica ancora di più!

> Scopri, 13 luoghi magici e misteriosi da esplorare


VISITE AL MANICOMIO

Se ricerchi emozioni forti e non convenzionali puoi dedicare una giornata all’interno dell’Ospedale Psichiatrico. Quello di Volterra è stato il più grande e il più famoso manicomio d’Italia per via delle sue cure incredibilmente sperimentali; pensa che prima della seconda guerra mondiale ospitava più di quattromila internati, una città nella città. Se ami l’urbex ci sono diversi padiglioni in abbandono da esplorare; sono luoghi della memoria aperti solo sotto la guida dell’associazione Inclusione, Graffio e Parola che gestisce, tra le altre cose, anche il Museo della Psichiatria e i graffiti dell’internato Oreste Nannetti NOF4, riconosciuto postumo come artista a livello mondiale dell’art brut.


UNA NUOVA STAGIONE TEATRALE

L’Autunno è inoltre la stagione di un altro evento che scandisce il ritmo della vita volterrana, l’inizio della stagione teatrale del Teatro Persio Flacco. E’ infatti il momento di riprendere confidenza con i palchi, di tuffarsi in platea per passare piacevoli ore all’ombra degli spettacoli. Lirica, gag comiche, prosa e commedia, concerti e manifestazioni d’essai; ogni spunto è valido per varcare la soglia del teatro e lasciarsi avvolgere dal caldo tepore della poltroncina. La stagione teatrale lancia centinaia di stimoli e di messaggi da raccogliere durante l’arco dell’anno, depositando nella memoria degli spettatori immagini e suggestioni da ricercare in ogni spettacolo successivo.


MESE DELLA CULTURA

La città in Autunno raccoglie tutte le sue forze per mostrare il suo volto migliore, offrendo un panorama di possibilità in grado di risvegliare in ogni singolo individuo la voglia di partecipare. Tra settembre e ottobre si svolge il mese della cultura; un momento ricco di appuntamenti culturali e di eventi particolari cibo per la mente e per l’anima. Un evento che vuole evidenziare molti aspetti della nostra città: il ricco patrimonio culturale, il fervore creativo dei nostri artisti ed artigiani, la vivacità delle associazioni cittadine che da sempre sono di stimolo ai cittadini ed agli enti per valorizzare, promuovere divulgare la cultura. Parte dalla Notte Rossa e termina con Volterragusto.


GARA PODISTICA VOLTERRA SAN GIMIGNANO

Le giornate sono uggiose, ma vuoi mettere la bellezza di percorrere i boschi tra le sfumature che vanno dal giallo al rosso? Per eventuali passeggiate apre la stagione della raccolta dei funghi e delle castagne, ma per i più sportivi c’è l’immancabile gara podistica che unisce come tappa di partenza e di arrivo due città molto famose: Volterra e San Gimignano. Un itinerario turistico fatto in velocità, ma vale davvero la pena: nel tragitto hai la possibilità di ammirare le bellezze dei piccoli borghi come Ulignano e Sensano, per poi entrare nel Cornocchio e nella riserva naturale di Castelvecchio, dominata dall’omonimo mastio.