Categoria: Uncategorized

Via di Docciola
Una scalinata di 251 scalini costruita nel 1933 che conduce alle omonime Fonti di Docciola. Ad angolo ad essa Via della Fonte, altra scalinata di epoca più recente, ma rispetto all'altra via si presenta più ampia e con gradoni più lunghi.
Tuscany’s top hill town
Just a two-hour drive from jammed-with-tourists Florence, you’ll find what is perhaps Italy’s most underrated hill town. With rustic vitality and surprising depth, its out-of-the-way location keeps it from being trampled by visitors. Unlike other famous Tuscan towns, Volterra feels real,…
3 mil anos de história
Visitar a pequena ciudad toscana é poder testemunhar um local que contabiliza mais de 3 mil anos de história. Esta é outra cidadezinha aqui da região Toscana que a gente sugere para os que gostam de lugares mais pitorescos, únicos, tranquilos e cheios de histórias. Outra vantagem em inclui-la…
Note Legali
www.volterracity.com è il nuovo sito di Volterracity, portale/strumento di attuazione delle seguenti finalità: a) sviluppo delle tecnologie digitali per la valorizzazione dei beni, la promozione delle attività culturali del Comune di Volterra e della società dell’informazione e della…
Our 10 favourite places in Tuscany
Italy may very well be THE country in Europe that attracts the greatest number of tourists from all over the world. There is something alluring about the images of cypresses on the hilltops, the ocher-coloured houses and the indigo-blue night sky full of bright stars – See more at:…
Poggio alle Croci
Un tempo era un'altura di forma conica, ricoperta di vegetazione, così come ce la presenta, in primo piano, il Corot nella sua panoramica verso la fortezza di Volterra.
Exploring city off-the-beaten path
When I was invited to a cena galeotta (convicts’ dinner) at city State Prison I couldn’t help turning the invitation into a one week holiday to explore Tuscany, to enjoy its gentle hills and their countless autumn shades and -why not- also to do nothing but sip a good cup of tea in…
Due toscani in viaggio
A Velathri siamo andati innumerevoli volte ed è forse la città d’arte che meglio conosciamo in Toscana. Ci piace molto girovagare entro le sue rassicuranti mura: l’armonia delle sue costruzioni è contagiosa, si finisce per sentirsi parte della città anche solo dopo qualche ora. Forse è per…
Castel di Montagna
Castelnuovo è situato a 576 m d'altitudine, mentre più in alto troneggia il poggio Aia dei Diavoli, che raggiunge gli 875 m. Un paese dal fascino medievale, ancora intatto.
Montecastelli
Il borgo di Montecastelli si presenta ancora oggi, molto caratteristico, situato sopra un poggio di gabbro, lambito dalla parte di levante dal Cecina e da quella di ponente dal Pavone.
Rocca e Pieve di Sillano
La Rocca Sillana che si erge sulla sommità di un colle, è una delle più belle opere d'architettura militare del Rinascimento. La pieve si trova a poche centinaia di metri da S. Dalmazio
Monastero d’Abigaille
Le notizie più remote S. Dalmazio, che ebbe origine da un castello edificato dagli Aldobrandeschi, conti di S. Fiora, una famiglia molto potente nel contado di Volterra, risalgono al 1146
Castello dei Vescovi
Il Castello dei vescovi nella sterminata foresta di Berignone, uno dei patrimoni boschivi più importanti dell'intera Regione, si trova su una collina tra il torrente Sellate ed il Botro al Rio.
Fortezza Medicea
Dall'alto del Maschio si gode una visione da favola, uno dei più vasti e mirabili orizzonti d'Italia; ai suoi piedi la città, i borghi, le dolci colline e i castelli che l'abbracciano a perdita d'occhio.
Castelvecchio
Una Pompei medievale. Più che un insediamento un tempo abitato, da l'impressione un po' fiabesca e inquietante di un castello abbandonato ed invaso dalla vegetazione: Castelvecchio.
San Gimignano delle Cento Torri
Il fiore delle castella è uno scenario unico, irripetibile, arricchito dal prezioso scrigno dei tesori che attirano ogni anno, irresistibilmente, milioni di visitatori da tutto il mondo.
Speleologi moderni in esplorazioni urbane
Riscoprire luoghi sconosciuti o caduti in disuso e indagare la città, i suoi edifici con la ricercatezza dei particolari rappresentanti il nostro passato è l'approccio mentale di chi svolge l'urbex.
Ospiti volterrani ai tornei di Massimiliano II d’Asburgo
Il Vinta, l’8 marzo 1570, descrisse in una lettera diretta a sua altezza le spettacolari giostre promosse dall’imperatore Massimiliano II d’Asburgo nella città di Praga.
Il Testamento di Giusto Turazza
Giusto Turazza fondatore del Pio Istituto dei Buonuomini, la sua vita in breve e il corposo e particolare testamento con le sue ultime volontà. Una lettura di curiosità!
Stemma di Belisario Vinta
Nel passato Volterra ha dato alla Toscana importanti uomini di stato. Tra questi un posto di rilievo spetta a Belisario Vinta; il suo stemma lo troviamo nel Chiostro Grande della SS. Annunziata di Firenze.
Assistenza Volterra App
Volterra App è una applicazione gratuita per Android e iOS scaricabile dagli store ufficiali in qualità di guida turistica digitale del territorio di Volterra. L’app integra la maggior parte dei contenuti di volterracity.com e riflette delle modifiche effettuate su volterracity.com.…