Categoria: Uncategorized

Gli olmi protetti del Granduca di Toscana
Nel 1600 vennero varate molte leggi a protezione delle piante, del suolo, del regime dei fiumi, e le pene per i trasgressori erano assai severe. Una legge molto particolare del Granduca di Toscana proibiva il taglio degli olmi.
Faville in Coppa Italia
Il campionato 1978-79 non porta grandi novità se non per quanto concerne l’allenatore; parte Marinai, subentra Giuseppe Fiaschi il quale dimostra nell’arco dell’anno ed oltre buone capacità e spiccata serietà. Il torneo non fa registrare grossi splendori e la Volterrana si…

[route-map id=29430 params=0 topinfo=0 showtravelmode=0 showtitle=0 graph=1 toolbar=1]
Tutti gli eventi del Comune di Volterra
Tutti gli eventi del Comune di Volterra votati alla tradizione, alla cultura e ai gusti dei nostri turisti. Da scoprire in ogni stagione!
Il Bastione del Belluzzi
Quanto viene pubblicato è un estratto della tesi di laurea in Architettura dal titolo “Il Bastione del Belluzzi a Volterra. Ipotesi di riuso”. da noi discussa presso l’Ateneo Fiorentino nel marzo 2000 con la supervisione del Prof. Arch. Domenico Taddei e la collaborazione del…
Le ragazze di San Lazzero
Entravano a sciami dalla porta a Selci, allegre, loquaci come cicale inebriate dal sole d’estate. La dura e ripida salita di oltre cento scalini che dal Borgo accede in città, non scalfiva minimamente il loro innato buonumore. La brezza accarezzava le loro chiome bionde, brune, castane,…
Via delle Cetine
È la strada che da Via di Porta Diana conduce o alla campagna o, di nuovo, in Via di Porta Diana. Lunga 200 metri e asfaltata per quasi tutto il suo tratto, la strada deriva il suo nome da Cetina, un vecchio toponimo che, secondo vari dizionari, era ed è la fossa in cui si […]
Giovanni Salghetti-Drioli a Volterra. Dall’attività di coordinamento dei lavori di ricostruzione post-bellica di Volterra alla committenza privata.
Nell’immediato dopo guerra l’amministrazione comunale di Volterra stende un primo bilancio dei danni. L’11 luglio 1944 Giovanni Salghetti Drioli viene nominato capo dell’Ufficio Tecnico. L’incarico prevede lo “sgombero delle macerie”, il ripristino dell’acquedotto, la puntellatura degli edifici…
10 Rievocazioni Storiche da vedere
Sono tante le rievocazioni storiche di Volterra; ancora oggi celebrano i momenti più importanti che hanno segnato il passato della nostra città e che, unite alle altre tradizioni e al folklore del territorio, ci regalano spettacoli unici e molto suggestivi.
Hotel Cavallino Blu
Situato in un maniero di campagna del XVIII secolo, a soli 5 minuti di auto da Volterra, l’Hotel Il Cavallino Blu a conduzione familiare offre un centro benessere, una piscina all’aperto, una terrazza con vista panoramica sulla campagna toscana e un ristorante tradizionale. Al piano…
Le grandi porte dimenticate
Conoscere Volterra non vuol dire limitarci solo a quella parte della città tutt'ora esistente, ma estendere in nostra conoscenza anche ai monumenti del passato dei quali oggi non ne abbiamo alcuna traccia o che sono stati dimenticati.
La lunga storia del Castello di Montemiccioli
Montemiccioli nella sua qualità di terra avanzata del dominio di Volterra, del quale ancor oggi fa da confine e per la sua posizione strategica, durante tutto il Medioevo ebbe una parte alquanto importante.
Monte Volterraio e Monte Voltraio, i due guardiani silenziosi
Il castello medievale elbano sorge su strutture ben più antiche, di epoca etrusca; il passato ritrovamento, lassù, di una moneta volterrana con Giano bifronte e la scritta retrograda «Velathri» potrebbe avvalorare quest’ipotesi.
Torraccia
Vederle ad una mostra è tutta un'altra cosa, ma per il momento accontentiamoci di vederle seduti davanti a un pc; foto storiche della zona della Torraccia.
Anello del Castello dei Vescovi
Dopo aver attraversato il fiume Cecina al ‘Guado del Mulino’ in prossimità del fabbricato delle pompe dell’acquedotto, possiamo lasciare la macchina nel parcheggio posto poco prima dell’ ingresso alla Riserva Naturale di Berignone e al percorso per il famoso Masso delle…
Dove Parcheggiare
Chi abita in una grande città lo sa bene: il principale motivo di stress e malessere sono i parcheggi. Volterra è senz’altro una città di dimensioni più modeste, ma ogni volta che ci si sposta anche solo per effettuare una commissione o piccole spese si deve affrontare allo stesso modo il…
Monumento ai Caduti
Poche parole sull’autore e sulla scelta del suo bozzetto per la realizzazione di una scultura che avrebbe dovuto ricordare il sacrificio dei caduti in quella che fu chiamata “Guerra di Redenzione”.
Sr 68, accordo di programma entro novembre e nel 2017 via ai lavori
«Il tornante della morte, e quello successivo, presto spariranno dalla Sr 68». Ad annunciarlo Paolo Moschi, assessore ai lavori pubblici del Comune di Volterra. «Nel mese di novembre – spiega Moschi – sarà pronto l’accordo di programma tra territorio e Regione Toscana ed entro il…
I mulini del volterrano
Intorno alla città di Volterra si dispongono numerosi mulini ad acqua, essi sfruttavano le correnti dei numerosi botri che scendevano lungo le pendici della collina. I più originali? I mulini dell'Inferno, Purgatorio e Paradiso.
Oratorio della Madonna della Neve
Un tempo dove ora sita l’Oratorio si trovava un antico tabernacolo, uno dei tanti madonnini che si vedono ancora lungo le strade e specialmente agli incroci. Questo però aveva una Madonna col Bambino, una pittura di valore tanto da essere attribuita a Pier Francesco Fiorentino, un pittore…
Carducci e Volterra
Nella visione piena e accorata della Maremma toscana, il Carducci comprendeva a buon diritto anche Volterra, città di sua madre Ildegonda Celli.
San Girolamo
Il convento di S. Girolamo o di Velloso è stato, da sempre, sede dei francescani. Nel 1441 il Comune vi aveva chiamato i Minori Osservanti che si distinsero per la loro pietà e per lo studio.
Acropoli Etrusca
Sul Piano di Castello sorgeva l'acropoli etrusca, cioè il centro dell'antica Velathri: la parte più alta di Volterra, dove si trovavano i templi più preziosi.
Rampa della Crocina
È la strada che scorcia il tragitto per andare al cimitero urbano per chi va a visitare i propri morti. La via, se non fosse per il vicino luogo di sepoltura, è una caratteristica strada in mezzo alla campagna, con alberi di cipresso che la contornano. Ma la via è celebre soprattutto per un…
Treschi
Il Castello di Treschi è stato un fortilizio nella zona del Volterrano, nei pressi dei Cornocchi, in mezzo al bosco, in una zona che per Volterra fu assai "calda" per i continui contrasti con San Gimignano.
Cimitero
Sarebbe arduo e quasi impossibile volere rintracciare con esattezza il modo e il luogo atto a raccogliere le sepolture a Volterra all’inizio dell’era cristiana. E certo comunque che, in località «la vigna», fuori Porta Diana, si trovava un luogo deputato a questa funzione. E certo…
La voragine delle Balze
Le Balze costituiscono uno dei luoghi più affascinanti ed inquietanti del Volterrano, dalla sommità di questa enorme voragine possiamo ammirare un panorama eccezionale sullo sfondo del quale, nelle giornate più limpide, lo sguardo spazia fino al mare.
La Città dei Vampiri e non solo
Di tenebrosi personaggi dai canini appuntiti non ne troverete neanche uno, a meno che stiate leggendo New Moon – il secondo libro della Saga di Twilight scritto da Stephenie Meyer e ambientato proprio qui – ma di certo scoprirete una tra le più belle città della Toscana.
Una commemorazione funebre ovvero Santo Genet
Santo Genet, l’ultima produzione della Compagnia della Fortezza, non è uno spettacolo che il palcoscenico riesce a contenere. Artigianato teatrale al quadrato, non solo disorienta la frontalità del consueto guardare ma, come una forza in espansione, riempie il contenitore-teatro, lo rompe…
The Annual Gathering Comunity
A place for the community to share and discuss their experiences
The Famous Streets of London
There is something beautiful about walking around the city with a camera
Buriano
Sotto la giurisdizione del Comune di Volterra c'era anche Buriano: comprendeva una vasta Fattoria con villa, castello, chiesa parrocchiale di San Niccolò ed era di proprietà di Antonio De Rochefort. Luogo da visitare.
Via di Docciola
Una scalinata di 251 scalini costruita nel 1933 che conduce alle omonime Fonti di Docciola. Ad angolo ad essa Via della Fonte, altra scalinata di epoca più recente, ma rispetto all'altra via si presenta più ampia e con gradoni più lunghi.
The Modern Art of Coffee
When this happens, normally I grab a coffee to help get the ideas flowing, but for the last few days in Montreal, no one’s been allowed to drink the water due to a bacteria leakage, which also means, no coffee. Tiny women carry amazingly large bags, twice their eighty-pound weight. Some of the…
The Evening of The Holiday
What to do in London during the festive season.
People of a Sylish & Jazzy City
There is something beautiful about walking around the city with a camera.
Tuscany’s top hill town
Just a two-hour drive from jammed-with-tourists Florence, you’ll find what is perhaps Italy’s most underrated hill town. With rustic vitality and surprising depth, its out-of-the-way location keeps it from being trampled by visitors. Unlike other famous Tuscan towns, Volterra feels real,…
Meditation Over Tea & Toast
When this happens, normally I grab a coffee to help get the ideas flowing, but for the last few days in Montreal, no one’s been allowed to drink the water due to a bacteria leakage, which also means, no coffee. Tiny women carry amazingly large bags, twice their eighty-pound weight. Some of the…
3 mil anos de história
Visitar a pequena ciudad toscana é poder testemunhar um local que contabiliza mais de 3 mil anos de história. Esta é outra cidadezinha aqui da região Toscana que a gente sugere para os que gostam de lugares mais pitorescos, únicos, tranquilos e cheios de histórias. Outra vantagem em inclui-la…
Note Legali
www.volterracity.com è il nuovo sito di Volterracity, portale/strumento di attuazione delle seguenti finalità: a) sviluppo delle tecnologie digitali per la valorizzazione dei beni, la promozione delle attività culturali del Comune di Volterra e della società dell’informazione e della…
Get to Know Your Neighbors
Building Community and Great Ways to Meet Your Neighbors
Our 10 favourite places in Tuscany
Italy may very well be THE country in Europe that attracts the greatest number of tourists from all over the world. There is something alluring about the images of cypresses on the hilltops, the ocher-coloured houses and the indigo-blue night sky full of bright stars – See more at:…
Local Bands That You Should Listen To
Here are 10 London bands that you may not have heard of
Poggio alle Croci
Un tempo era un'altura di forma conica, ricoperta di vegetazione, così come ce la presenta, in primo piano, il Corot nella sua panoramica verso la fortezza di Volterra.
Exploring city off-the-beaten path
When I was invited to a cena galeotta (convicts’ dinner) at city State Prison I couldn’t help turning the invitation into a one week holiday to explore Tuscany, to enjoy its gentle hills and their countless autumn shades and -why not- also to do nothing but sip a good cup of tea in…
Due toscani in viaggio
A Velathri siamo andati innumerevoli volte ed è forse la città d’arte che meglio conosciamo in Toscana. Ci piace molto girovagare entro le sue rassicuranti mura: l’armonia delle sue costruzioni è contagiosa, si finisce per sentirsi parte della città anche solo dopo qualche ora. Forse è per…
Castel di Montagna
Castelnuovo è situato a 576 m d'altitudine, mentre più in alto troneggia il poggio Aia dei Diavoli, che raggiunge gli 875 m. Un paese dal fascino medievale, ancora intatto.
Montecastelli
Il borgo di Montecastelli si presenta ancora oggi, molto caratteristico, situato sopra un poggio di gabbro, lambito dalla parte di levante dal Cecina e da quella di ponente dal Pavone.
Rocca e Pieve di Sillano
La Rocca Sillana che si erge sulla sommità di un colle, è una delle più belle opere d'architettura militare del Rinascimento. La pieve si trova a poche centinaia di metri da S. Dalmazio
Monastero d’Abigaille
Le notizie più remote S. Dalmazio, che ebbe origine da un castello edificato dagli Aldobrandeschi, conti di S. Fiora, una famiglia molto potente nel contado di Volterra, risalgono al 1146
Castel Volterrano
Castel Volterrano era detto anche la Rocchettina del Volterrano o Castelpopuli. Il castello era già noto nel 1186, quando il vescovo di Volterra Ildebrando Pannocchieschi ne ottenne il feudo.
Castello dei Vescovi
Il Castello dei vescovi nella sterminata foresta di Berignone, uno dei patrimoni boschivi più importanti dell'intera Regione, si trova su una collina tra il torrente Sellate ed il Botro al Rio.
Fortezza Medicea
Dall'alto del Maschio si gode una visione da favola, uno dei più vasti e mirabili orizzonti d'Italia; ai suoi piedi la città, i borghi, le dolci colline e i castelli che l'abbracciano a perdita d'occhio.
Castelvecchio
Una Pompei medievale. Più che un insediamento un tempo abitato, da l'impressione un po' fiabesca e inquietante di un castello abbandonato ed invaso dalla vegetazione: Castelvecchio.
San Gimignano delle Cento Torri
Il fiore delle castella è uno scenario unico, irripetibile, arricchito dal prezioso scrigno dei tesori che attirano ogni anno, irresistibilmente, milioni di visitatori da tutto il mondo.
Speleologi moderni in esplorazioni urbane
Riscoprire luoghi sconosciuti o caduti in disuso e indagare la città, i suoi edifici con la ricercatezza dei particolari rappresentanti il nostro passato è l'approccio mentale di chi svolge l'urbex.
Credito d’Imposta per il Web
Il tax credit per la digitalizzazione turistica. Migliora la tua presenza su web, rafforza i legami con i tuoi potenziali clienti con un servizio online impeccabile.
Il Testamento di Giusto Turazza
Giusto Turazza fondatore del Pio Istituto dei Buonuomini, la sua vita in breve e il corposo e particolare testamento con le sue ultime volontà. Una lettura di curiosità!